Logopea

Ci sono due opzioni

In Commenti on 13/09/2010 at 18:27

Se un Dio ci ha messi qui, è certo che non ci ha dato nessun manuale di istruzioni: siamo stati noi a rendere la nostra vita quella che è, ed ogni giorno le nostre scelte cambiano le cose.

Una tra le mille decisioni che si devono prendere è quella di cui voglio parlare: informarsi su cosa accade nel mondo, o disinteressarsene.

In molti scelgono di non informarsi, eppure continuano a proclamarsi amanti della conoscenza. Magari studiano intere enciclopedie, conoscono a memoria centinaia di canzoni, battute di film, pagine di libri, ma la mattina non trovano il tempo per leggere il giornale, neanche sapendo di averlo – gratis – a portata di click. Scegliendo di non informarsi, un individuo non sarà partecipe di nulla che non riguardi la propria cerchia di amici e conoscenti: saprà che la zia è malata, che l’amica ha litigato con il cugino, che quel tipo con i capelli lunghi e ricci ha picchiato il suo amico con i capelli biondi corti. Niente di più: le sue emozioni e le sue azioni ruoteranno solo attorno a queste notizie.

Cosa accadrebbe, invece, se la maggior parte della gente scegliesse di informarsi?

La rissa al bar dell’altra sera forse non sembrerebbe chissà quale tragedia, di fronte alla notizia della morte di un settantenne ucciso in casa a colpi di pistola. I piccoli problemi locali perderebbero importanza; le persone avrebbero molta più consapevolezza di quel che accade fuori dai propri giri, e perfino il superficiale gesto di gettare una carta a terra potrebbe far prendere loro atto del danno che stanno arrecando all’ambiente, danno che – su scala maggiore – potrebbe diventare rilevante se tutti seguissero lo stesso sciagurato esempio.

Chi ama la conoscenza può perfino pensare che, se tutti scegliessero di sapere, questo mondo sarebbe migliore. Con meno guerre, meno razzismi, meno furti, meno omicidi.

Cinque minuti al giorno sono sufficienti. Basta concedersi solo cinque minuti per una rapida lettura del giornale, e per riflettere. Poi ci penserà il vostro inconscio, a metabolizzare le notizie.

Tiziana Correale

Annunci