Logopea

E’ il turno di Idolina

In Eventi on 10/10/2011 at 22:03

Edita ne I racconti di Minima, collana diretta da Adelia Battista per Sipintegrazioni Editore, Nessun sogno finisceIdolina di Lia Sellitto è una piacevole favola che gioca sull’equivoco iniziale di una famigliola apparentemente tipica, e che riserva qualche sorpresa (cliccare qui per la recensione).

L’autrice, dottoressa specializzata alla SIPI (Società Italiana di Psicoterapia Integrata), ricorre ad un linguaggio terso e immediato, che si imprime facilmente nell’immaginario dei piccoli lettori, stimolandone fantasia e curiosità.

Chi legge viene trasportato in un paese senza tempo e dal nome vago, oltre che nelle vicende di Idolina, Margherita e Agostino. Una metafora della vita che indulge sul rito di passaggio dalla spensieratezza leggera alla graduale responsabilità, proposta come un dono da coltivare con animo sereno e spirito propizio.

Come già nel caso del precedente Nuvoletta e l’orto stregato di Zuccalà, la Sellitto alterna realtà e invenzione, con gocce di saggezza, incastonando l’avventura di esistere in una cornice filosofica mediata dall’abilità di far percepire subito messaggi ed emozioni ai giovanissimi fruitori.

Il volumetto, agilmente introdotto da Giovanni Ariano, si avvale delle illustrazioni dal variegato cromatismo eseguite da Gaia Guarino, laureata in scenografia e grafica all’Accademia delle Belle Arti di Napoli, e specializzata alla scuola internazionale di Comix a Roma; il taglio specifico di animali, paesaggi liquidi, scene campestri, voli di uccelli in un cielo color limone dove appare quasi sullo sfondo un sole bianco flou, la dicono lunga sull’inclinazione della Guarino a creare visioni fiabesche.

La presentazione di Nessun sogno finisce, terzo appuntamento della rassegna letteraria equilibri, ideata e diretta da Giovanni Vesta per l’Associazione Culturale Logopea, si terrà come da calendario sabato 15 ottobre, alle 17, presso il Centro Sociale “Samantha Della Porta” di Avellino.

Gli intervalli musicali del chitarrista Eduardo Petrillo, e l’interpretazione di passi scelti dal volume a cura dei giovanissimi attori Francesca Ambrosio, Federica Izzo, Daniele Polignano, Gabriele Soricelli e Nicholas Valentino, faranno da contrappunto agli interventi critici – tutti al femminile – delle docenti Paola Cipriano, Filomena Montibello e Gina Sfera, della disegnatrice Gaia Guarino, e naturalmente della stessa autrice, che saranno efficacemente moderati – con la consueta verve – da Armando Saveriano.

Logopea

Annunci