Logopea

Piccoli tentativi di rianimazione

In Spettacoli on 22/11/2011 at 11:15

Fatti passati e presenti sono stati ricordati in scena, il 19 novembre, al Teatro Carlo Gesualdo di Avellino, nello spettacolo Anestesia totale di Marco Travaglio.

Con la sua pungente ironia, e con l’incisiva voce di Isabella Ferrari, la rappresentazione ha messo l’accento sugli errori dell’Italia degli ultimi 17 anni, lasciando che parlassero non solo gli scritti di Travaglio, ma anche quelli del grande giornalista Indro Montanelli, in una selezione di testi riguardanti l’informazione e la politica.

Isabella Ferrari ha dato voce alle parole di Travaglio, per lo più tratte dal libro La scomparsa dei fatti, pubblicato nel 2006, e a quelle di Montanelli, che spiegavano il perché delle sue dimissioni da  Il Giornale, analizzavano la figura di Berlusconi, e parlavano della sua idea di destra, totalmente diversa da quella attuale.

Marco Travaglio, nel raccontare, ha come sempre scosso le nostre coscienze in modo sottile con i suoi interventi sulle notizie occultate, sul modo di filtrarle, sull’importanza di ascoltarle.

Al musicista Valentino Corvino il compito di intervallare le letture con l’esecuzione di musica live: da una parte le note di un violino, a seguito delle parole di Montanelli; dall’altra, musica da discoteca di sottofondo alla lettura dei titoli del Tg Uno o delle nuove parole usate dalla politica e dall’informazione per mascherare e spesso ingentilire i fatti, quali processo breve, escort o morti bianche.

Si è riso per la maggior parte del tempo, ma ci si è anche resi conto che quelle cose delle quali si rideva erano fatti reali, e che noi italiani ne siamo responsabili.

L’evento, inserito nella rassegna Teatro civile del Carlo Gesualdo, è stato seguito ed apprezzato da numerosi ragazzi; speriamo, oggi, che almeno quei giovani ai quali toccherà fare i conti con i problemi ereditati da cotanta crisi abbiano recepito il messaggio, escano dalla loro Anestesia totale e, sentendo in prima persona la lacerazione della pelle di questo Paese, imparino a suturar bene, pur nella consapevolezza che nessuna cicatrice scompare.

Tiziana Correale

Annunci