Logopea

estrimaldestri

In Spettacoli on 16/12/2011 at 22:51

Quanti sono i semafori che scandiscono le soste e i movimenti delle nostre frenetiche giornate urbane, e in genere della nostra vita? Difficile, se non impossibile, tenerne traccia. Soprattutto nel periodo natalizio, mimetizzati come sono tra le luci delle vetrine decorate a festa, intermittenti di alberi e presepi, in un’atmosfera frenetica di passanti alla ricerca di chissà quali preziose mercanzie.

Passanti che spesso, scappando, sfuggono perfino a qualsiasi classificazione istantanea, bonaria o pettegola che sia. L’impatto visivo è fondamentale: tante volte, osservando le persone, ci chiediamo quante di loro siano normali, e quante completamente fuori di testa, giacché il mondo è in gran parte popolato da personaggi sopra le righe, che debordano da ogni schema, o che righe e schemi li rompono (e a volte non solo quelli).

Nella loro normalità fatta di gesti alterni, monotoni e tranquilli, senza una sola protesta, i placidi omini dei semafori sono solo utopia, se confrontati con i personaggi che popolano estrimaldestri, la follia di Natale che ho ideato e che mi appresto a dirigere, per l’Associazione Culturale Logopea, nell’ambito del cartellone allestito dal Comune di Avellino e dal Centro Sociale “Samantha Della Porta” per le ultime settimane dell’anno.

Inutile illudersi che si tratti del classico spettacolino fatto di bimbi buoni, canzoncine e candeline: il sottotitolo, a Natale siamo quasi tutti più buoni, non lascia spazio ad equivoci, anzi spiana la strada al più fruibile dei politically uncorrect.

Toccherà ai talentuosi Antonella Di Gregorio e Luigi Palmisano tenere a battesimo gli esordienti (e promettenti) Michele Amodeo ed Andrea Franco, coadiuvati da un nutrito gruppo di giovanissimi, già rodato sul palco, composto da Francesca Ambrosio, Mario Emanuele Di Nardo, Lorenzo Iacuzio, Federica Izzo, Cristiana Mangiusti, Daniele Polignano, Saverio Russo, Gabriele Soricelli, Nicholas Valentino.

Per gestire così tanti attori c’è bisogno di un bravo presentatore, definizione arboriana che si adatta perfettamente ad Armando Saveriano: sarà infatti lui a raccordare i diversi momenti di cui si compone estrimaldestri, non ultimi i complessi intermezzi di danza preparati dalla coreografa Lorella Pericolo per le allieve della rigorosa ASD Lyceum di Avellino.

L’appuntamento, ad ingresso libero, è fissato presso l’Auditorium del Centro Sociale Samantha Della Porta di Avellino per le ore 17 del 21 dicembre.

Una data perfetta per tutti i fuori di testa che volessero iniziare un countdown lungo un anno.

Nella convinzione (e nella speranza) che i Maya si siano sbagliati.

Giovanni Vesta

Annunci
  1. Gli amici di Logopea. Avere incontrato loro è come avere il bicchiere sempre pieno! Mi chiederete il perché: colmano il vuoto del mio sapere, riempiono le buche che incontro lungo la mia strada. Sono loro che, prendendomi per mano, mi conducono lungo il cammino della vita. Grazie!!! Saverio

    • Grazie a te, Saverio, per avermi regalato ancora una volta grandi soddisfazioni professionali ed umane.
      Il tuo impegno costante, la tua versatilità, e le tue non comuni doti sceniche mi permettono senz’altro di considerarti tra i migliori allievi di sempre dei LogLabs.
      Tieniti pronto: nuove e più importanti sfide ti attendono!

      Giovanni Vesta
      Associazione Culturale Logopea

I commenti sono chiusi.