Logopea

E.P.: esito positivo

In Commenti on 26/03/2012 at 09:17

E’ felicemente giunta all’epilogo la rassegna di incontri letterari equilibri ciclo 2fraterraecielo, dedicata alla poesia contemporanea irpina ed ospitata nella chiesa di San Nicola da Tolentino in Atripalda.

Dopo tre appuntamenti dedicati ad altrettanti volumi, che hanno permesso al pubblico di apprezzare autori, relatori, attori, e di riflettere a lungo sui significati delle parole, quelli immediati e quelli più nascosti, il quarto evento – riservato alle scuole, e totalmente diverso per impostazione ed intenti – ha coinciso, neanche tanto casualmente, con la Giornata nazionale per la promozione della lettura, istituita con un decreto presidenziale nel 2009, e celebrata tutti gli anni proprio il 24 marzo.

In tale data le amministrazioni pubbliche, spesso in coordinamento con le associazioni operanti nel settore, appoggiano iniziative volte a promuovere la lettura in tutte le sue forme e a sensibilizzare i cittadini, in particolar modo le nuove generazioni, sui temi ad essa legati.

Giornata ideale, dunque, per trattare di cultura e in particolare di poesia, in una piacevole cornice e con uno spirito rilassato, con due nomi illustri della cultura irpina: gli scrittori Armando Saveriano ed Annamaria Gargano, ottimamente moderati dalla giornalista Barbara Guerriero, che hanno instaurato una piacevole conversazione sulla poesia con gli studenti del liceo scientifico “De Caprariis” di Atripalda.

L’evento, cripticamente denominato E.P. – Il mondo in quattro versi, e rappresentato dall’immagine di un extended play in vinile, in realtà nascondeva, nel suo acronimo, una estemporanea di poesia: nella seconda parte della matinée, infatti, ai giovani liceali è stato richiesto di comporre di getto un breve componimento poetico in soli quattro versi, su un tema prestabilito, nel tempo massimo di quindici minuti. Giurati, per l’occasione, gli stessi Armando Saveriano ed Annamaria Gargano, affiancati dal regista Giovanni Vesta, ideatore dell’evento e della rassegna.

Valutazioni non facili, perché le qualità compositive dei giovani partecipanti erano mediamente alte. A spuntarla, e a vincere i buoni libro messi in palio dall’Associazione culturale Logopea e dall’Assessorato alla Cultura e alla Pubblica Istruzione della lungimirante dottoressa Nancy Palladino, sono stati tre alunni della III A: primo classificato, Marco Manzo; seconda, Maria Grazia Giardiello; terza posizione, invece, per Cleonice Vivarelli, che hanno ricevuto i complimenti e gli applausi dell’intera sala quando il giovane e brillante attore Saverio Russo ne ha letto i versi premiati.

Logopea

Annunci